i PERCORSI Cycling:

I tracciati 2017 sono stati in parte modificati per eliminare il transito in zone con troppo traffico e quindi favorire la sicurezza di chi sarà in gara. I percorsi sono stati costruiti in modo che tutti i ciclisti (sia del percorso CORTO che di quello LUNGO) percorrano i primi 54 Km assieme, fino al passaggio in zona partenza-arrivo. A Farra d’Alpago gli agonisti e i cicloturisti del CORTO andranno all’arrivo mentre chi farà il LUNGO proseguirà …

Nella mappa il percorso CORTO è disegnato con la traccia BLU. Chi farà il LUNGO percorrerà tutta questa traccia in BLU per poi seguire, dal bivio percorsi in poi, la traccia ROSSA.

CYCLING percorso CORTO : Stesso tracciato del 2017 per la prima parte, con partenza dagli impianti sportivi di Farra d’Alpago, poi sella Fadalto, S.Croce del Lago, lungo Lago sponda ovest, passaggio fronte uscita A27, Cadola, rotonda Santa Caterina. Da qui si proseguirà dritti, in direzione Feltre, per poi iniziare la strada in salita della Vena d’Oro. Si arriverà la bivio del 2017 e tutti gireranno a destra, verso Losego, poi ancora in salita fino al bivio del cimitero di Quantin (GPM). Inizierà la discesa sulla provinciale 31 fino a Cugnan. Si percorrerà la variante in discesa per Mares-Pises per arrivare a Vich, si scenderà ancora fino alla SS51 zona Lago. Si girerà a sinistra, nuovo passaggio fronte uscita A27 e, prima di Cadola, si girerà a destra verso la Valcantuna. Subito dopo l’arco si girerà a destra, verso Reveane, percorrendo una salita parallela a quella già vista nel 2017. Si arriverà a Pieve d’Alpago (GPM). Discesa verso Garna , Puos e Farra d’Alpago,  dove i concorrenti (agonisti e non) del CORTO gireranno a destra e dopo 400m saranno all’ARRIVO, mentre quelli del LUNGO restano sulla provinciale e continuano verso il Fadalto.

Mappa del solo percorso CORTO (blu).

Altimetria del CORTO:

 

CYCLING percorso LUNGO : Stesso PERCORSO DEL CORTO FINO AL BIVIO PERCORSI poi, sella Fadalto, prima de La Secca si girerà a sinistra (arco ferrovia) e si salirà verso Cornolade, a sinistra per Cornolade Alte, poi subito a destra per Nevegal. Si arriverà al cimitero di Quantin ( GPM). Discesa verso Cugnan e Vich (secondo passaggio) come già fatta. Si arriverà sulla SS51 e si girerà a sinistra, poi alle Schiette si andrà a destra verso la zona artigianale Paludi. Inizierà la salita verso Tignes e Pieve d’Alpago ( GPM) . Si arriverà a Pieve sul tornante, si scenderà verso Schiucaz e si replicherà il percorso 2017. Quindi Lamosano, Molini, Irrighe, Malga Cate ( GPM). Discesa fino a Puos d’Alpago, dove si girerà a sinistra per via Grave Fornaci (attenzione a due rallentatori comunque ben visibili) e si arriverà sulla strada  che girando a sinistra porterà all’arrivo di Farra d’Alpago.

Mappa dei percorsi: CORTO (blu) e LUNGO (blu + rosso).

Altimetria del LUNGO:


Nota: In caso di blocchi o impedimenti alla viabilità (lavori stradali, manutenzioni o ripristini... ) lungo tratti di strada dei percorsi già indicati, l'organizzazione, in accordo con le istituzioni coinvolte, appronterà e divulgherà quanto prima le eventuali "varianti".   


ATTENZIONE: I link di STRAVA, forniti per poter scaricare i percorsi GPS, restituiscono calcoli delle altimetrie non corretti. Strava, in luogo di calcolo, a fronte di passaggi in gallerie o sul fianco di monti particolarmente ripidi, assegna valori di quota non sempre esatti. I dati di altimetria riportati nella mappa sono stati ri-calcolati in maniera precisa su mappe Tecniche della Regione.


SALITA: la "VENA D'ORO"  -  (CORTO e LUNGO)

Presentiamo l'altimetria di tutta la salita, con passaggio per Losego e scollinamento a Quantin. Entrambi i percorsi la percorreranno interamente. Salita bella, non difficile. Media sopra al 5% max 9% nella prima parte.

DISCESA: QUANTIN-LAGO per Mares, Pises - (CORTO e LUNGO)

Discesa regolare, veloce. Lunghi rettilinei e curve molto larghe nel primo tratto poi, nel tratto Mares-Pises-Vich, qualche curva più tecnica e cambi di pendenza. Strada quasi sempre con buona visibilità. Attenzione all'ultima curva a sx prima dell'arco della ferrovia.

SALITA:"VAL CANTUNA"  -  (CORTO e LUNGO)

E' una variante della Valcantuna. Il primo tratto, quello che passa per Reveane, è inizialmente pianeggiante per poi impennarsi in maniera decisa. La seconda parte, comune con la salita classica, è pedalabile e regolare.

DISCESA: PIEVE-GARNA-PUOS - (CORTO e LUNGO)

Discesa veloce, regolare, non tecnica. Attenzione a un paio di strettoie nei centri di Pieve e Garna. 

SALITA:"QUANTIN dal Lago per CORNOLADE"  -  (LUNGO)

Quattro Km tosti. Media del 8% con punta oltre il 13 poco prima dello scollinamento. Costante nella parte centrale, dove però vale la pena gestirsi per non subire troppo gli ultimi mille metri, i più impegnativi.

DISCESA: QUANTIN-LAGO per Mares, Pises - (LUNGO)

Secondo passaggio su questa discesa. La si conosce, larga e regolare,  ma ... occhio alla stanchezza!

SALITA:"PIEVE D'ALPAGO da PALUDI per TIGNES"  -  (LUNGO)

Altri 4 Km impegnativi. Dura rampa al 10% a inizio salita poi sale costante poco sotto al 7%. Il tratto più impegnativo si incontra dopo l'abitato di Tignes. Non si arriverà in centro a Pieve ma si scollinerà poco prima del tornante. Attenzione sulla strettoia in centro a Tignes.

DISCESA: PIEVE-SCHIUCAZ - (LUNGO)

Secondo passaggio. Discesa veloce, regolare fino al bivio. Poi tortuosa fino alla località Schiucaz (parte più ripida e tecnica). Attenzione.

SALITA:"MALGA CATE"  -  (LUNGO)

La più dura del LUNGO. L'altimetria proposta parte da Cornei, mentre il nostro percorso si innesterà al bivio di Schiucaz. Discontinua, impegnativa sopratutto nel tratto centrale, quello tra Molini e Irrighe, percentuali sempre in doppia cifra.

DISCESA: MALGA CATE-CORNEI per Pianon - (LUNGO)

Ultima discesa della gara. Prima parte veloce, non ripida, attenzione al fondo stradale. Dall'immissione sulla provinciale discesa a tratti tecnica, inizialmente ripida ma sempre larga con buona visibilità.